Attività dei Reggimenti

DISTRUTTA BOMBA D’AEREO A CERVIGNANO DEL FRIULI

E’ stato fatto brillare oggi, a Chiopris di Viscone (UD), un residuato bellico della II Guerra Mondiale neutralizzato dagli artificieri dell’Esercito Italiano in forza al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine.

Il residuato, rinvenuto presso Piazza San Girolamo  a Cervignano del Friuli (UD), era una bomba d’aereo da 500 libbre, modello GP-HE, di nazionalità britannica. L’ordigno, dal peso complessivo stimato di 225 Kg conteneva al suo interno circa 120 Kg di esplosivo ad alto potenziale. il Team E.O.D. (Explosive Ordnance Disposal) del Genio lo aveva riconosciuto lo scorso 18 febbraio e, dopo averlo catalogato e trasportato in un luogo idoneo per la successiva distruzione, lo aveva lasciato in consegna ai Carabinieri di Cervignano del Friuli.

Bomba d'aereo 500 lbs Inglese - Cervignano del Friuli

Tutte le operazioni di messa in sicurezza del territorio sono state coordinate dalla Prefettura di Udine, che ha deciso le tempistiche e il luogo per il brillamento. Le operazioni di bonifica sono avvenute lungo l’argine del torrente Torre, dove è stata interrata la bomba in una buca profonda 2.5 mt per contenere gli effetti dell’esplosione. E’ stata oltresì disposta l’ordinanza comunale per l’evacuazione di tutte le persone dell’area avente un raggio di sicurezza di 300 metri, e il divieto di sorvolo sempre per una quota di 300 mt dalla posizione dell’ordigno bellico a partire dalle prime ore di questa mattina. Il brillamento è avvenuto alle ore 12.05 tramite un sistema a distanza radio controllato.

Bonifica Cervignano del Friuli 10 marzo 2016Il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, inquadrato nella Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, che, sotto il controllo del Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova, è incaricato di bonificare il territorio del Friuli Venezia Giulia e delle province di Treviso e Venezia dai residuati bellici dei due conflitti mondiali ancora esistenti. L’Esercito, grazie alla connotazione “dual-use” dei reparti del genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.