11° REGGIMENTO GENIO GUASTATORI

ORIGINI E CENNI STORICI

Il 1° marzo 1928 viene costituito a Treviso l’11° Reggimento Genio con il concorso del 2°, 4°, 5°, 6°, 7° e 10° Reggimento dell’Arma . Con inizio delle 2^ guerra mondiale il Reggimento diviene centro di mobilitazione e tramite il deposito costituisce e mobilita un numero vario di unità . Il Reggimento è sciolto nel settembre 1943 .

Erede delle tradizioni dell’11° Reggimento Genio è il 132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza”  che si forma il 1° novembre 1975 a Motta di Livenza (TV) per trasformazione del preesistente Battaglione Genio Pionieri “Ariete” . Tale unità discende dalla 132^ compagnia mista del genio della Divisione Corazzata “Ariete” . L’11 settembre 1941 il personale della compagnia è inserito nel CXXXII Battaglione Misto Genio che partecipa, sempre con la Divisione “Ariete”, ai cicli operativi in Africa Settentrionale ed è sciolto il 25 novembre 1942 per eventi bellici dopo la battaglia di El Alamein . Ricostituita la Brigata Corazzata “Ariete” il 25 luglio 1952 viene formata una Compagnia Genio Pionieri che il 1° luglio 1958, a Motta di Livenza (TV) concorre alla formazione del Battaglione Genio Pionieri “Ariete” . Il Battaglione rimane alle dipendenze della stessa Grande Unità divenuta Divisione .

Nell’ambito della ristrutturazione dell’Esercito il 1° novembre 1975 l’unità diviene 132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza” .Il Battaglione che mantiene le tradizioni di valore delle unità che hanno portato il nome “Ariete” diventa erede anche del passato legato all’11° Reggimento Genio .

Con la soppressione del livello divisionale il 1° agosto 1986 il Battaglione passa alle dipendenze del Comando Genio del 5° Corpo d’Armata ed assume il nome di 132° Battaglione Genio Guastatori “Livenza”  .  Il 1° aprile 1991 riprende la denominazione di 132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza” che mantiene fino al 23 giugno 1993 . In tale data, per un nuovo ordinamento assunto dalla Forza Armata, il Battaglione perde la propria autonomia  ed il giorno successivo è inquadrato nell’11° Reggimento Genio Pionieri che si costituisce in Motta di Livenza . L’unità rimane alle dipendenze del Comando Genio del 5° Corpo d’Armata e il 1° dicembre 1997 passa alle dipendenze del neo costituito Raggruppamento Genio dei Supporti delle Forze Operative Terrestri .

Con l’inizio dell’anno 2000 al Reggimento è assegnato il compito di ” Isola Addestrativa ” ovvero di centro addestramento per le attività peculiari del Genio . Il 13 novembre 2000 assume la configurazione di reggimento guastatori e cambia la denominazione in 11° Reggimento Genio Guastatori .

Il 1° dicembre 2000 passa alle dipendenze della Brigata Corazzata “Pinerolo” del 2° Comando delle Forze Operative di Difesa e nel gennaio 2002 si sposta nella sede di Foggia .

ATTIVITA’  ” FUORI AREA ”  E  SUL TERRITORIO NAZIONALE

L’unità partecipa con il concorso di personale, mezzi e materiali all’operazione “Pellicano” (Albania) nel 1992-93 (132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza”)  e dall’agosto 2003 partecipa con unità a livello plotone alle operazioni del contingente nazionale ITALFOR (Albania) nell’ambito del NHQT (Nato Head Quarter Tirana) .

Compie, altresì, numerosi interventi  di pubblica utilità sul territorio nazionale, tra i quali sono da ricordare :

  • l’alluvione in Veneto nel 1966 (Battaglione Genio Pionieri “Ariete”) ;
  • il terremoto del Friuli nel 1976 (132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza”) ;
  • il terremoto in Campania-Basilicata nel 1980 ( 132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza”) ;
  • l’alluvione nella località di Apricena (FG) nel 2002 ;
  • il terremoto nel basso Molise nel 2003 ;
  • l’alluvione nella provincia di Taranto nel 2003 in concorso al Dipartimento della Protezione Civile ;
  • l’emergenza idrica in Sicilia nel 2003 sempre in concorso con il Dipartimento della Protezione Civile .

Prende parte, inoltre, alle operazioni “Vespri Siciliani”  (1992-97) e “Domino” (2002-2004) messa in atto per coadiuvare le Forze dell’Ordine nella vigilanza del territorio e nella protezione di obiettivi sensibili .

Svolge, infine, con i propri nuclei EOD l’attività di  “bonifica del territorio”  da ordigni esplosivi nella zona di competenza del territorio nazionale .

SEDE

L’11° Reggimento Genio Guastatori è inquadrato nella Brigata corazzata “Pinerolo” e, dal 10 gennaio 2002, ha sede a Foggia nella caserma “Sernia-Pedone” in via delle Casermette n.178 .

BANDIERA

Ha ereditato la Bandiera dal 132° Battaglione Genio Pionieri “Livenza” che, a sua volta, l’aveva ricevuta dall’11° Reggimento Genio .

E’ decorata :

  • una Medaglia di Bronzo al Valor Militare ;
  • una Medaglia d’Argento al valore dell’Esercito ;
  • una Medaglia di Bronzo al Valore Civile .

Queste le motivazioni delle decorazioni :

Medaglia di Bronzo al Valor Militare
Decreto 13 luglio 1849
Per essersi distinta nella battaglia di Novara (23 marzo 1849). (Alla 3^ Compagnia del Corpo Reale Genio, poi 2^ dell’11° reggimento genio)

Medaglia d’Argento al Valore dell’Esercito
Decreto 4 gennaio 1978
Accorreva prontamente nelle zone del Friuli devastate dalle scosse sismiche del 6 maggio 1976, impegnandosi con tenace ed instancabile opera nel soccorso alle popolazioni duramente colpite. In condizioni di estrema difficoltà, provvedeva, con abnegazione e spirito di sacrificio , alle più urgentidemolizioni ed a ristabilire la viabilità interrotta da frane. Contribuiva altresì con generoso slancio e risparmio di energie, alla sistemazione di tendopoli. Mirabile esempio di coesione e di umana solidarietà. Friuli 6 maggio 1976 – 30 aprile 1977. (al 132° battaglione genio pionieri “Livenza”)

Medaglia di Bronzo al Valor Civile
Decreto 6 marzo 1968
Con altruistico slancio ed elevato senso del dovere, si prodigava nelle difficili operazioni di soccorso a popolazioni colpite da una violenta alluvione (Veneto 4 – 28 novembre 1966)(Al battaglione genio pionieri “Ariete”).

All’unità, inoltre è stata concessa :

  • la cittadinanza onoraria dal Comune di Forgaria (UD) il 9 marzo 1977 e dal Comune di San Giorgio MAgno (SA)  l’11 febbraio 1981 per il comportamento tenuto dal personale a favore delle popolazioni colpite dai terremoti nel Friuli (1976) e  nella Campania-Basilicata (1980) ;
  • due cittadinanze onorarie dal Comune di Motta di Livenza (TV) il 29 giugno 1991 e il 27 febbraio 1999 dove l’unità ha avuto sede nella caserma “Vittorio Veneto” ininterrottamente dal 1958 al 2002 ;
  • un encomio solenne per il soccorso alle popolazioni della provincia di Salerno colpite dal sisma nel 1980 .

STEMMA ARALDICO

 BLASONATURA

  • Nel 1° e 3° quarto sono rappresentati in campo azzurro, simbolo di valore e lealtà, il silfio per simboleggiare il legame storico con l’Africa Settentrionale ove i Genieri della 132^ Compagnia, poi XXXII Battaglio Misto Genio, hanno valorosamente combattuto nel corso della 2^ guerra mondiale e la testa d’ariete per ricordare il legame tradizionale con la Divisione “Ariete” nei cui ranghi l’unità ha militato sia in guerra (1940-42) sia in pace (1939-40 e dalla ricostituzione del 1958 in poi ) .
  • Nel 2° quarto l’arme di Treviso per il legame territoriale con la città ove si è costituito l’11° Reggimento Genio .
  • Nel 4° quarto è riportata l’arme del vecchio Piemonte (che è anche quella di Novara) a ricordare il legame storico del Corpo con la località ove la Compagnia del Corpo Reale del Genio meritò una Medaglia di Bronzo al Valor Militare rappresentata con la stella d’azzurro .
  • Al centro dello scudo l’arme di Bolzano per il legame territoriale dell’unità ove nel 1939 si è formata la 132^ Compagnia Mista Genio .

MOTTO

”  PERITUS  ET  AUDAX  “